logo

In Evidenza

  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI INDUSTRIALI – 28 e 29 GIUGNO

    Approfondisci
  • CORSO PER ADDETTI AI LAVORI IN SPAZI CONFINATI O SOSPETTI DI INQUINAMENTO – 27 GIUGNO

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI ESCAVATORI, PALE CARICATRICI FRONTALI, TERNE – 25 e 26 GIUGNO

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2018

    Approfondisci
           

La foto del mese

E' solo un ragazzino. . . Quanto pensi possa tirare forte?

La frase del mese

Primo assioma sull'organizzazione del lavoro: lavorare in gruppo è essenziale perchè ti permette di dare la colpa a qualcun altro. . .

- Organizzazione del lavoro (Legge di Murphy)

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: DI AMBIENTE COSA NE SAI?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Cerca con i Tags

ARPA   CIT   CPI   ISPRA   MOG   OT24   RSPP   acqua   acustica   agenti biologici   agenti cancerogeni   agenti chimici   agenti fisici   aia   albo gestori ambientali   ambiente   amianto   aria   atex   atmosfere esplosive   attrezzature di lavoro   aua   audit   bonifiche   burn out   cantieri   cem   certificazioni iso   clp   codici cer   comunicazione   controlli   ctd   danno ambientale   dpi   due diligence   ecologia   edilizia   emergenze   emissioni   energia   ergonomia   f-gas   finanziamenti   formazione   gas effetto serra   imballaggi   impianti   inail   incidente rilevante   infortunio   inquinamento   interpelli   lavoro notturno   legionella   linee guida   luoghi di lavoro   macchine   malattia professionale   manuale   manutenzione   marcatura ce   medico competente   microclima   mmc   modulistica   mud   normativa   prevenzione incendi   primo soccorso   privacy   provincia   qualità   radiazioni ionizzanti   reach   registro infortuni   responsabilità 231   rifiuti   rls   roa   rumore   salute   segnaletica   sentenza   sicurezza   sistemi di gestione   sistri   sorveglianza sanitaria   sostanze pericolose   spazi confinati   stress   terre e rocce da scavo   trasporti   valutazione dei rischi   vas   vdt   verifiche periodiche   via   vibrazioni  

Area Riservata

 Gio 22 Giu 2017

REST@Work - UN NUOVO TOOLKIT PER LO STRESS NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

  salute , stress

Immagine

Ci soffermiamo oggi su una pubblicazione prodotta in relazione al Progetto “REST@Work - Reducing stress at work”, un progetto a cui partecipa l’Unione Italiana del Lavoro (UIL) che vede una interessante “alleanza strategica” realizzata tra le parti interessate per la valutazione e la gestione dello stress sul lavoro (datori di lavoro e loro associazioni, rappresentanti dei lavoratori, lavoratori e loro organizzazioni sindacali).

Il documento ci ricorda come in Europa il 25% dei lavoratori sostenga di soffrire di stress legato all’attività lavorativa per tutto o per la maggior parte dell’orario di lavoro, e una percentuale simile riferisca che l’attività lavorativa ha un impatto negativo sulla propria salute. Non dimenticando, poi, i rischi psicosociali, che rappresentano una fonte di preoccupazione per la maggior parte delle imprese e contribuiscono ad acutizzare tali effetti negativi dell’attività lavorativa.

Il progetto, finanziato dall’Unione Europea, è finalizzato a condurre “un’indagine quantitativa e qualitativa sulle misure, le disposizioni e le politiche attuate in merito allo Stress Lavoro-Correlato”. E che, come racconta una breve nota della UIL, ha dato importanti risultati frutto dell’attività di ricerca, realizzata coniugando una preliminare indagine Desk con l’indagine sul campo (Questionari e Focus Group). E nel corso della conferenza finale, sono stati realizzati 2 “Panel” che hanno permesso di mettere a fuoco temi chiave relativi a “i nuovi rischi emergenti nei luoghi di lavoro: come gestirli” e la “semplificazione e tutela dei diritti dei lavoratori”.

All’interno della pubblicazione si rivela particolarmente utile il documento REST@Work - REducing STress at Work. TOOLKIT - Valutazione e gestione dello stress nelle PMI (cfr. allegato), una pubblicazione a cura di Christian Nardella (Fondazione Giacomo Brodolini), Fulvio D’Orsi (ITAL-UIL), Gabriella Galli e Paola Mencarelli (UIL).

Esso si prefigge di migliorare la gestione dello stress negli Stati membri e si sofferma su vari aspetti, tra cui ricordiamo:

- Le maggiori difficoltà manifestate dalle imprese;

- L’importanza del “tenere conto delle specificità di micro e piccole imprese”

Seguono poi suggerimenti utili per le azioni di correttive e di miglioramento e una breve check-list utilizzabile per l’indagine sullo stress lavoro-correlato.

Rimandando ad una lettura integrale del documento, concludiamo segnalando che il toolkit “Valutazione e gestione dello stress nelle PMI” riporta alcuni consigli pratici per la gestione dello stress nelle micro e piccole imprese e i possibili interventi per le tre principali dimensioni della Check-list “Stress lavoro-correlato”.





A cura di: Dott.ssa Elena RICHERI


ALLEGATI
  Allegato: REST@Work - REducing STress at Work. TOOLKIT - Valutazione e gestione dello stress nelle PMI

ECOLAV Service S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento