logo

La foto del mese

Eppure il geometra mi ha detto di aver preso le misure tre volte. . .

La frase del mese

La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.

- Albert EINSTEIN

In Evidenza

  • CORSO DI FORMAZIONE PER RLS - 21/23/28/30 MAGGIO

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2019

    Approfondisci
           

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: CONOSCI LA SICUREZZA?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Cerca con i Tags

ARPA   CIT   CPI   ISPRA   MOG   OT24   RSPP   acqua   acustica   agenti biologici   agenti cancerogeni   agenti chimici   agenti fisici   aia   albo gestori ambientali   ambiente   amianto   aria   atex   atmosfere esplosive   attrezzature di lavoro   aua   audit   bonifiche   burn out   cantieri   cem   certificazioni iso   clp   codici cer   comunicazione   controlli   ctd   danno ambientale   datore di lavoro   dpi   due diligence   ecologia   edilizia   emergenze   emissioni   energia   ergonomia   f-gas   finanziamenti   formazione   gas effetto serra   imballaggi   impianti   inail   incidente rilevante   infortunio   inquinamento   interpelli   lavoro notturno   legionella   linee guida   luoghi di lavoro   macchine   malattia professionale   manuale   manutenzione   marcatura ce   medico competente   microclima   mmc   modulistica   mud   normativa   prevenzione incendi   primo soccorso   privacy   provincia   qualità   radiazioni ionizzanti   reach   registro infortuni   responsabilità   rifiuti   rls   roa   rumore   salute   segnaletica   sentenza   sicurezza   sistemi di gestione   sistri   sorveglianza sanitaria   sostanze pericolose   spazi confinati   stress   terre e rocce da scavo   trasporti   valutazione dei rischi   vas   vdt   verifiche periodiche   via   vibrazioni  

Area Riservata

 Lun 13 Mag 2019

MODIFICA AL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI: OBBLIGO DI APPLICAZIONE PER ATTIVITÀ NON NORMATE

  normativa , prevenzione incendi , sicurezza

MODIFICA AL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI: OBBLIGO DI APPLICAZIONE PER ATTIVITÀ NON NORMATE

Il recente DM 12/03/19 apporta modifiche ad alcuni articoli del Codice di Prevenzione Incendi (DM 03/08/15) allo scopo renderne obbligatoria l’applicazione per le attività non normate, mantenendo il “doppio approccio” solo per le attività dotate di una regola tecnica verticale; le disposizioni del decreto di modifica entrano in vigore 180 giorni dopo la data di pubblicazione, avvenuta il 23 aprile, quindi a partire dal 20 ottobre 2019.

Nello specifico è abrogato il comma 2 dell'art. 1 del DM 03/08/15 che conteneva il riferimento alla possibilità di applicazione (alle attività di cui all'art.2) delle norme tecniche di prevenzione incendi (contenute nell’Allegato 1 del decreto) in alternativa alle specifiche disposizioni di prevenzione incendi previste nei decreti del Ministro dell'interno (ivi dettagliati), ovvero ai vigenti criteri tecnici di prevenzione incendi (di cui all'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 8 marzo 2006, n. 139).

È inoltre sostituito completamente l'art.2, che da “Campo di applicazione” diventa "Campo di Applicazione e modalità applicative”, e, con l'art. 2 bis, sono introdotte le "Modalità applicative alternative".

All'Art.5 - “Disposizioni finali” - viene aggiunto il comma 1-bis che riporta un lungo elenco di normative che non devono essere applicate per quelle attività già oggetto delle norme tecniche previste all'art.1 comma 1 (che richiama l'elenco di cui all'Allegato 1).

Il nuovo art. 2-bis (non presente nel vecchio testo), in cui si citano le "Modalità applicative alternative" alle norme tecniche (di cui all'art. 1, comma 1), salva il "doppio approccio" solo per alcune attività, di cui è riportato l’elenco, per le quali è ancora possibile applicare le norme tecniche indicate all'art. 5, comma 1-bis in alternativa alle norme tecniche di cui all'art. 1, comma 1.

La modifica è di grande portata poiché diventa obbligatoria l’applicazione della normativa prestazionale proposta dal Codice di Prevenzione Incedi a 42 delle 80 attività soggette a controllo dei Vigili del Fuoco. La normativa prestazionale diventa, così, l'unica via percorribile per tutte le attività elencate nel DPR 151/2011 prive di una regola tecnica verticale, ossia per le attività che attualmente sono dette "soggette e non normate".

Tutte le attività non normate, quindi non provviste di una specifica regola tecnica e che finora potevano avvalersi sia dell'approccio prescrittivo che del Codice di Prevenzione Incendi, d'ora in avanti dovranno avere come unico riferimento normativo il DM 03/08/15.



https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-04-23&atto.codiceRedazionale=19A02595&elenco30giorni=true





A cura di: Ing. Riccardo BESSONE


Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.