logo

In Evidenza

  • CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI ESCAVATORI, PALE CARICATRICI FRONTALI, TERNE – 20 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE ADDETTI E TECNICI RIMOZIONE, BONIFICA E SMALTIMENTO MATERIALI CONTENENTI AMIANTO – A PARTIRE DAL 30 OTTOBRE

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PLE – 25/26 OTTOBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI AGGIORNAMENTO PREPOSTI – 24 OTTOBRE

    Approfondisci
  • CORSI DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PLE – 23 OTTOBRE

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI INDUSTRIALI – 23 OTTOBRE

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2018

    Approfondisci
           

La foto del mese

L'estate sta finendo. . . speriamo in un autunno migliore. Un pensiero alle vittime di Genova.

La frase del mese

Le statistiche dicono che tutte le volte che un uomo respira una persona muore. Bisogna trovare quell'uomo e fare qualcosa per il suo alito. . .

- Anonimo

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: DI AMBIENTE COSA NE SAI?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Cerca con i Tags

ARPA   CIT   CPI   ISPRA   MOG   OT24   RSPP   acqua   acustica   agenti biologici   agenti cancerogeni   agenti chimici   agenti fisici   aia   albo gestori ambientali   ambiente   amianto   aria   atex   atmosfere esplosive   attrezzature di lavoro   aua   audit   bonifiche   burn out   cantieri   cem   certificazioni iso   clp   codici cer   comunicazione   controlli   ctd   danno ambientale   datore di lavoro   dpi   due diligence   ecologia   edilizia   emergenze   emissioni   energia   ergonomia   f-gas   finanziamenti   formazione   gas effetto serra   imballaggi   impianti   inail   incidente rilevante   infortunio   inquinamento   interpelli   lavoro notturno   legionella   linee guida   luoghi di lavoro   macchine   malattia professionale   manuale   manutenzione   marcatura ce   medico competente   microclima   mmc   modulistica   mud   normativa   prevenzione incendi   primo soccorso   privacy   provincia   qualità   radiazioni ionizzanti   reach   registro infortuni   responsabilità   rifiuti   rls   roa   rumore   salute   segnaletica   sentenza   sicurezza   sistemi di gestione   sistri   sorveglianza sanitaria   sostanze pericolose   spazi confinati   stress   terre e rocce da scavo   trasporti   valutazione dei rischi   vas   vdt   verifiche periodiche   via   vibrazioni  

Area Riservata

 Gio 24 Mar 2016

L’EVOLUZIONE DELLA ROBOTICA AZIENDALE: I PRO E I CONTRO

  sicurezza , valutazione dei rischi

Immagine

Un recente documento pubblicato dell’Agenzia europea per la sicurezza e salute sul lavoro (EU-OSHA) ha voluto far chiarezza su uno dei più importanti e probabili “rischi futuri” dell’innovazione tecnologica: la convivenza/interazione uomo robot.

La pubblicazione, che è la sintesi di più ampio studio commissionato dall’Agenzia Europea, segnala che se già in passato qualcuno avesse instillato il dubbio che l’impiego delle nuove tecnologie potesse portare più pericoli che vantaggi, questo potrebbe accadere ancora in relazione alla diffusione delle nuove macchine intelligenti. Nel futuro che ci aspetta, come indica il documento EU-OSHA  “i robot diventeranno assistenti umani e, nel lungo periodo, preziosi collaboratori”. Anche perché oltre agli “industrial robot”, con l’evoluzione della robotica, ora abbiamo anche i “service robot” che sono progettati per supportare gli esseri umani.

Nel prossimo futuro, ai classici “industrial robots” si aggiungeranno, grazie all’evoluzione della robotica e alla creazione della cosiddetta “intelligenza artificiale”, altri automi progettati come supporto alle attività degli esseri umani, i cosiddetti “service robots”.

Questi nuovi automi si potranno suddividere in tre classi:

- classe 1: robot che sostituiscono esseri umani, ad esempio sul posto di lavoro in ambienti pericolosi o per operazioni ripetitive;

- classe 2: robot che operano a stretto contatto con gli esseri umani per aumentare il comfort. Ad esempio possono favorire l'intrattenimento e l’assistenza agli anziani, sono robot che possono lavorare assieme agli umani;

- classe 3: robot che operano sugli esseri umani, come ad esempio robot medici per la diagnosi, la chirurgia, il trattamento e la riabilitazione.

ConsigliandoVi una lettura integrale del documento (cfr. allegato) analizziamo ora le implicazioni della robotica in materia di sicurezza e salute.

Tra i benefici lavorativi più evidenti, l’impiego di robot consentirà di mantenere un alto livello di produzione industriale in Paesi con costi di manodopera elevati, permettendo inoltre la sostituzione dell’essere umano in attività e ambienti insalubri o pericolosi come missioni spaziali, difesa, sicurezza o nell'industria nucleare ( già ad oggi sono impiegati per gestire materiale radioattivo o lavorare in atmosfere esplosive).

Tuttavia i robot si prestano a sostituire gli umani anche in altre attività pericolose, così da evitare l'esposizione dei lavoratori ad agenti e condizioni di pericolo e riducendo i rischi fisici, ergonomici e psicosociali.

Ad oggi esistono, però, alcune competenze per le quali gli esseri umani continueranno ad essere (per fortuna), più adatti di un robot. Come creare dunque una sinergia efficace tra uomo e macchina intelligente?

Alcuni Paesi europei includono la robotica nei loro programmi nazionali e cercano di promuovere una buona collaborazione tra robot e operatori per ottenere una migliore produttività. E si segnala che la robotica svolge oggi un ruolo importante nelle innovazioni per la salute umana ed strettamente associata con gli sviluppi delle protesi e delle tecnologie di potenziamento umano, tecnologie che non solo affrontano la disabilità, ma che possono migliorare le capacità degli individui sani.

Tuttavia sarà necessario indagare a fondo riguardo ai possibili effetti negativi di un intensivo utilizzo dei robot in ambiente lavorativo; riportiamo alcune importanti riflessioni sulle conseguenze in ambito sicurezza/salute sul lavoro riguardo allo sviluppo della robotica:

- la stragrande maggioranza delle persone non ha alcuna esperienza di interazione con i robot, anche se le cose cambieranno con l’inevitabile aumento delle interazioni uomo-macchina;

- non sono ancora noti gli effetti della robotica sulla motivazione e benessere dei lavoratori e dei dirigenti. I fattori psicosociali legati alla robotica richiederanno una grande attenzione;

- non è possibile ad oggi fornire linee guida uniformi sulla sicurezza e gestione del rischio. In alcune applicazioni della robotica i problemi di sicurezza e di sicurezza sono stati gestiti correttamente, ma ci sono anche applicazioni che possono essere meno sicure;

- è necessario analizzare e identificare le attività a rischio correlate alla robotica, in particolare modo in alcuni comparti lavorativi;

- in relazione all’evoluzione recente della “service robotics” alcune questioni di responsabilità giuridica in caso di incidenti in un'area pubblica non sono ancora chiare. Devono essere intraprese analisi legislative in materia;

Per migliorare la sicurezza nell’evoluzione della “autonomous industrial robotics” e della “service robotics” c’è dunque la necessità di una maggiore cooperazione europea.

Ad esempio sarà necessario:

- stabilire i requisiti di sicurezza (requisiti, norme di funzionamento sicuro e buone pratiche);

- elaborare linee guida di progettazione per l'ergonomia della robotica;

- individuare metodi per migliorare la sicurezza e salute nelle applicazioni e verificare se vengono applicati correttamente i requisiti e le linee guida;

- presentare modelli educativi per formare i lavoratori a lavorare con i robot;

- migliorare la regolamentazione;

- sviluppare innovazioni per eliminare o ridurre i possibili rischi correlati alla robotica.





A cura di: Dott.ssa Elena RICHERI


ALLEGATI
  Allegato: Robotic Discussion Paper

ECOLAV Service S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento