logo

La foto del mese

Stress l.c. - Lavori in quota - MMC - Scivolamento: vita d'inferno per Babbo Natale

In Evidenza

  • AUGURI DI BUON NATALE E DI UN SERENO 2018 DA PARTE DELLO STAFF DI ECOLAV SERVICE

    Approfondisci
           

La frase del mese

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore

- Jacques Prévert - I ragazzi che si amano

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: CONOSCI LA SICUREZZA?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Area Riservata

 Ven 29 Set 2017

INCENDI DI NATURA ELETTRICA

  impianti , prevenzione incendi

Immagine

Disponibile e consultabile sul sito dei Vigili del Fuoco (http://www.vigilfuoco.it) una pubblicazione intitolata "Gli incendi di natura elettrica" (cfr. allegato) a cura dell'Ing. Michele Mazzaro del NIA (Nucleo Investigativo antincendio). La pubblicazione, aggiornata a settembre 2017, raccoglie una serie di documenti e risultati di investigazioni su incendi di natura elettrica e riporta i risultati di prove sperimentali condotte dal NIA e mirate a caratterizzare i segni di danno termico che ne possono derivare.

Il Documento intende fornire elementi utili per l'interpretazione dei segni di danno termico prodotti da incendi "di natura elettrica" attraverso cui poter risalire all'individuazione della zona d'origine dell'evento nonché alla determinazione della causa mediante una rigorosa indagine condotta con metodo scientifico.

Nella pubblicazione si può leggere che in Italia si verificano, in media, tra i 30.000 e i 50.000 incendi all'anno, all’interno di edifici civili. In base a uno studio condotto su 500 “incendi di grande rilevanza” accaduti in dieci anni (CNVVF - Laboratorio di Elettrotecnica del Centro Studi ed Esperienze - decennio 1990-1999) le percentuali di quelli di origine elettrica (o meglio, innescati da fenomeni termici associati all'energia elettrica), distinte per attività, sono:

• locali commerciali e scuole: 14%

• locali di pubblico spettacolo: 14%

• strutture alberghiere: 18%

• case di riposo: 34%.

Un ulteriore studio condotto dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Torino nel 1986 ha attribuito la causa elettrica a 274 casi su 1019, corrispondenti al 27%. Da questi dati si può ragionevolmente assumere che in Italia tra il 10% e il 20% degli incendi sono di origine elettrica.





A cura di: Ing. Riccardo BESSONE


ALLEGATI
  Allegato:

ECOLAV Service S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento