logo

La foto del mese

Stress l.c. - Lavori in quota - MMC - Scivolamento: vita d'inferno per Babbo Natale

In Evidenza

  • AUGURI DI BUON NATALE E DI UN SERENO 2018 DA PARTE DELLO STAFF DI ECOLAV SERVICE

    Approfondisci
           

La frase del mese

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore

- Jacques Prévert - I ragazzi che si amano

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: CONOSCI LA SICUREZZA?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Area Riservata

 Gio 5 Ott 2017

EMISSIONI IN ATMOSFERA: D.LGS. 152/2006 IN VIA DI REVISIONE

  ambiente , emissioni , normativa

Immagine

Attualmente all’esame del Parlamento, dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri nella seduta n. 40 dello scorso 28 luglio 2017, lo schema di decreto legislativo che recepisce le indicazioni contenute nella Direttiva 2015/2193/UE concernente le emissioni di specifici inquinanti originate da impianti di combustione di taglia media (tra 1 e 50 MW), porterà in realtà novità ben più corpose all’intera Parte Quinta del D.lgs. 152/2006. Al Governo, infatti, nel contesto dell’adozione di idoneo atto normativo per il recepimento della direttiva europea, è stato delegato anche il compito di provvedere al riordino del quadro normativo relativo alla disciplina autorizzatoria in materia di emissioni in atmosfera.

Lo schema di decreto, infatti, prevede non solo l’adeguamento dello status vigente con quanto definito dalla Direttiva 2015/2193/UE relativamente ai medi impianti di combustione (peraltro già normati dal Codice ambientale), definendo una nuova situazione di impianti “esistenti” e “nuovi” (a far data dalla sua entrata in vigore), ma interviene sensibilmente sulla disciplina apportando semplificazioni (…?) a livello autorizzativo, aggiornando i limiti di emissione (parti I, II e III dell’Allegato I alla Parte Quinta), incrementando le sanzioni, prevedendo un migliore coordinamento con altre procedure autorizzative (autorizzazioni generali, AUA, AIA).

Tra le principali novità si segnala:

- l’introduzione della differenziazione tra medi impianti di combustione “esistenti” (messi in esercizio primo del 20/12/2018 o autorizzati prima del 19/12/2017 e messi in esercizio prima del citato 20/12/2018) e “nuovi”;

- decadenza della deroga, prevista dalla parte I dell’Allegato IV, per gli impianti di combustione di potenzialità compressa tra 1 e 3 MW alimentati a metnao, gpl, biogas; tali impianti dovranno essere autorizzati entro il 1 gennaio 2023 o 2028 (in quest’ultimo caso se di potenza inferiore a 5 MW);

- il nuovo art. 272-bis introduce, in capo alle regioni, la facoltà di stabilire specifiche misure per prevenire e limitare le emissioni odorigene provenienti dagli stabilimenti;

- la “procedura semplificata” viene potenzialmente estesa a tutti gli impianti (che non utilizzino sostanze e preparati pericolosi) in luogo della procedura ordinaria, fatta salva la presenza di effettive autorizzazioni generali regionali/statali;

- inasprimento delle sanzioni penali e/o amministrative previste dal vecchio art. 279, ormai ancorato al lontano 1988, in modo da “assicurarne l’efficacia e la proporzionalità”, come riportato nel comunicato stampa del CdM n. 40.





A cura di: Dott. Marco ABRATE


ECOLAV Service S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento