logo

La foto del mese

Uso improprio? Sul manuale non era scritto che non si potevano tagliare le siepi. . .

La frase del mese

Se ti trovi ad affrontare un problema, i casi sono due:
- il problema è risolvibile e quindi non ha senso preoccuparsi
oppure
- il problema NON è risolvibile e quindi perché ti affanni?
TAKE IT EASY. . .

- Approccio ai problemi - Anonimo su web

In Evidenza

  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI INDUSTRIALI – 28/29 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI ANTINCENDIO - RISCHIO BASSO, MEDIO, ALTO - 25 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ANTINCENDIO – RISCHIO BASSO E MEDIO – 25 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI FORMAZIONE DATORI DI LAVORO/RSPP – A PARTIRE DAL 25 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO – 22 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO – 20/21 SETTEMBRE

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2017

    Approfondisci
           

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: CONOSCI LA SICUREZZA?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Area Riservata

 Mer 7 Giu 2017

CRONOTACHIGRAFO: LA SUA ALTERAZIONE COSTITUISCE REATO

  attrezzature di lavoro , macchine , sicurezza

Immagine

Cassazione penale, sez. I, sentenza 22/03/2017 n.13937

La normativa UE prescrive l'obbligo di installazione del cronotachigrafo a bordo di determinate categorie di veicoli (in particolare, i veicoli adibiti al trasporto di cose di massa superiore a 3,5 t e quelli adibiti al trasporto di persone in numero superiore a 9).

L’obbligo trova principale fondamento su ragioni di sicurezza stradale e di tutela del lavoro.

Il cronotachigrafo permette di misurare la velocità del veicolo, i tempi di guida e riposo dell'autista e le distanze percorse.

L’ordinamento italiano ha recepito le indicazioni europee, inserendo all’interno del nuovo Codice della Strada, approvato con decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285 e s.m.i.

- l’articolo 174 - Durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose

- l’articolo 179 - Cronotachigrafo

che prevedono sanzioni amministrative nel caso di alterazione del cronotachigrafo (art. 179) e responsabilità in solido per l’impresa/datore di lavoro in materia di infrazioni commesse dagli autisti, legate all’utilizzo del cronotachigrafo e al rispetto dei tempi di guida e riposo (art. 174).

All’interno di tale quadro normativo, si inserisce la Corte di Cassazione, Sez. I Penale, che con sentenza 22 marzo 2017, n.13937 (cfr. allegato) affronta e chiarisce quale rapporto sussiste tra l'art. 179 citato e il reato previsto dall'art. 437 c.p. (rimozione o omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro).





A cura di: Dott. Flavio PORTESIO


ALLEGATI
  Allegato: Cassazione penale, sez. I, sentenza 22/03/2017 n.13937

ECOLAV Service S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento