logo

In Evidenza

  • CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR INTERNO DI SISTEMI DI GESTIONE (in collaborazione con BUREAU VERITAS) – 11 E 18 FEBBRAIO

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2019

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE LAVORATORI (FORMAZIONE GENERALE E SPECIFICA) – 12/13/14 DICEMBRE

    Approfondisci
           

La foto del mese

Auguri di buon Natale e di un sereno 2019

La frase del mese

Non ho voglia di tuffarmi
in un gomitolo di strade
Ho tanta stanchezza
sulle spalle
Lasciatemi cosi
come una cosa posata
in un angolo
e dimenticata
Qui non si sente altro
che il caldo buono
Sto con le quattro
capriole di fumo
del focolare

- Natale (Giuseppe Ungaretti)

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: DI AMBIENTE COSA NE SAI?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Cerca con i Tags

ARPA   CIT   CPI   ISPRA   MOG   OT24   RSPP   acqua   acustica   agenti biologici   agenti cancerogeni   agenti chimici   agenti fisici   aia   albo gestori ambientali   ambiente   amianto   aria   atex   atmosfere esplosive   attrezzature di lavoro   aua   audit   bonifiche   burn out   cantieri   cem   certificazioni iso   clp   codici cer   comunicazione   controlli   ctd   danno ambientale   datore di lavoro   dpi   due diligence   ecologia   edilizia   emergenze   emissioni   energia   ergonomia   f-gas   finanziamenti   formazione   gas effetto serra   imballaggi   impianti   inail   incidente rilevante   infortunio   inquinamento   interpelli   lavoro notturno   legionella   linee guida   luoghi di lavoro   macchine   malattia professionale   manuale   manutenzione   marcatura ce   medico competente   microclima   mmc   modulistica   mud   normativa   prevenzione incendi   primo soccorso   privacy   provincia   qualità   radiazioni ionizzanti   reach   registro infortuni   responsabilità   rifiuti   rls   roa   rumore   salute   segnaletica   sentenza   sicurezza   sistemi di gestione   sistri   sorveglianza sanitaria   sostanze pericolose   spazi confinati   stress   terre e rocce da scavo   trasporti   valutazione dei rischi   vas   vdt   verifiche periodiche   via   vibrazioni  

Area Riservata

 Ven 1 Lug 2016

AGGIORNAMENTO DEL MODELLO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO CHIMICO - MOVARISCH: CONFRONTO TECNICO CON IL MODELLO APPLICATIVO PROPOSTO DALLA REGIONE PIEMONTE

  agenti chimici , valutazione dei rischi

Immagine

È stato aggiornato il modello MoVaRisCh per la valutazione del rischio chimico dai gruppi tecnici delle Regioni Emilia-Romagna, Toscana e Lombardia. La revisione si è resa necessaria a seguito del Regolamento (CE) 1272/2008 e successive modificazioni (Regolamento CLP) che incide sull’attribuzione dei coefficienti (score) al fine di valutare le proprietà intrinseche degli agenti chimici pericolosi.

Tale metodo affianca il Modello applicativo proposto dalla Regione Piemonte per la valutazione dei rischio chimico.

Entrambi i modelli, in alternativa alla misurazione dell’agente chimico, permettono di “stimare” l’esposizione tramite un sistema di algoritmi basati su una serie di fattori o parametri (a cui è assegnato un valore numerico) che intervengono nella determinazione del rischio.

Confrontando i due metodi troviamo i seguenti elementi in comune:

- Trattano l’esposizione inalatoria, l’esposizione cutanea e la successiva cumulativa;

- Analizzano la etichettatura dei prodotti e le pericolosità indicate (entrambi aggiornati al Regolamento CLP);

- Prendono in esame la durata di esposizione (con la differenza che il metodo Piemontese usa l’esposizione media, il metodo MoVaRisch la condizione peggiorativa);

- Considerano le caratteristiche della sostanza (stato fisico e volatilità);

- Valutano la quantità della sostanza utilizzata;

- Valutano la tipologia di impianto e le modalità d’uso;

- Valutano i dispositivi di protezione tecnica messi in atto;

Il metodo MoVaRisCh inserisce tra i suoi algoritmi anche il fattore “distanza” degli esposti dalla fonte, elemento che non viene trattato nel metodo Piemontese.

Un’ulteriore differenza da segnalare riguarda la gestione delle miscele non classificate pericolose ma che contengono tra i suoi componenti sostanze classificate.

Entrambi i metodi individuano la necessità di analizzare tali sostanze ma il metodo Piemontese non impone delle limitazioni per l’applicazione (con una piccola eccezione relativa alle sole sostanze irritanti).

Il metodo MoVaRisCH, invece, ne restringe l’applicazione in base alle caratteristiche e alle concentrazioni (Ad esempio una sostanza pericolosa in concentrazione < all’1% rispetto alla miscela non gassosa è esclusa dall’analisi).

Tale semplificazione può agevolare e semplificare il lavoro degli analisti soprattutto per quelle miscele che contengono delle tracce esigue di sostanze pericolose.

Si spera che, in una prossima revisione del metodo Piemontese, si tenga conto anche di questo elemento.

Per una più completa analisi si allegano le ultime versioni dei due metodi.

La versione 2016 del MOVaRisCh è disponibile sul sito dell’AUSL di Modena: http://www.ausl.mo.it/dsp/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1783

Il modello proposto della Regione Piemonte, con i relativi quesiti e istruzioni per la compilazione è disponibile sul sito della Regione Piemonte: http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/sicurezza/rischio-da-agenti-chimici





A cura di: Dott. Mag. Marco CARENA


Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.