logo

La foto del mese

Eppure il geometra mi ha detto di aver preso le misure tre volte. . .

La frase del mese

La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.

- Albert EINSTEIN

In Evidenza

  • CORSI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI INDUSTRIALI – 16 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RLS – 15 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSI DI AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PLE – 15 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE LAVORATORI (FORMAZIONE GENERALE E SPECIFICA) – 11/12 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PLE – 04 E 05 LUGLIO

    Approfondisci
  • CORSO DI AGGIORNAMENTO DIRIGENTI – 3 GIUGNO

    Approfondisci
  • CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI – 27 E 28 GIUGNO

    Approfondisci
  • CORSO DI FORMAZIONE PER DIRIGENTI – 25 E 26 GIUGNO

    Approfondisci
  • PUBBLICATO IL CALENDARIO DELLA FORMAZIONE IN AULA PER L'ANNO 2019

    Approfondisci
           

I nostri Corsi

Organizziamo corsi in aula e online per la tua azienda. I corsi E-learning sono fruibili da qualsiasi dispositivo...

IL QUIZ DEL MESE: CONOSCI LA SICUREZZA?

Mettiti alla prova con 4 livelli di difficoltà per verificare le tue conoscenze...

PARTNER - SITI AMICI

Scopri i nostri partner

Manualistica

Vedi Manuali disponibili

Cerca con i Tags

ARPA   CIT   CPI   ISPRA   MOG   OT24   RSPP   acqua   acustica   agenti biologici   agenti cancerogeni   agenti chimici   agenti fisici   aia   albo gestori ambientali   ambiente   amianto   aria   atex   atmosfere esplosive   attrezzature di lavoro   aua   audit   bonifiche   burn out   cantieri   cem   certificazioni iso   clp   codici cer   comunicazione   controlli   ctd   danno ambientale   datore di lavoro   dpi   due diligence   ecologia   edilizia   emergenze   emissioni   energia   ergonomia   f-gas   finanziamenti   formazione   gas effetto serra   imballaggi   impianti   inail   incidente rilevante   infortunio   inquinamento   interpelli   lavoro notturno   legionella   linee guida   luoghi di lavoro   macchine   malattia professionale   manuale   manutenzione   marcatura ce   medico competente   microclima   mmc   modulistica   mud   normativa   prevenzione incendi   primo soccorso   privacy   provincia   qualità   radiazioni ionizzanti   reach   registro infortuni   responsabilità   rifiuti   rls   roa   rumore   salute   segnaletica   sentenza   sicurezza   sistemi di gestione   sistri   sorveglianza sanitaria   sostanze pericolose   spazi confinati   stress   terre e rocce da scavo   trasporti   valutazione dei rischi   vas   vdt   verifiche periodiche   via   vibrazioni  

Area Riservata

 Ven 5 Apr 2019

NORMATIVA NAZIONALE SUI DPI – CATEGORIE E ALTRE RECENTI MODIFICHE

  dpi , normativa

Immagine

Come già affrontato in una precedente news, è in vigore dal 12/03/2019 il D.lgs. n. 17/2019 (cfr. allegato 1), inerente all’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 2016/425 (cfr. allegato 2) del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sui dispositivi di protezione individuale e che abroga la direttiva 89/686/CEE del Consiglio (19G00023) (GU Serie Generale n.59 del 11-03-2019).

Gli effetti diretti del nuovo testo normativo si ripercuotono sul D.lgs. n. 475 del 4 dicembre 1992, il quale è diventato (viene definito il nuovo titolo del decreto) decreto di adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del nuovo regolamento (UE) n. 2016/425. Le modifiche al D.lgs. n. 475/1992 sono definite all’articolo 1 del D.lgs. n. 17/2019. In sintesi:

- Campo di applicazione e definizioni – modifiche all’articolo 1

Secondo il nuovo Regolamento, i dispositivi indirizzati alla protezione individuale degli utilizzatori sono tre:

Categoria I, comprende i seguenti rischi minimi:

_ Lesioni meccaniche superficiali;

_ Contatto con prodotti legati alla pulizia poco aggressivi o contatto prolungato con l’acqua;

_ Contatto con superfici calde che non superino i 50 °C;

_ Lesioni oculari dovute all’esposizione alla luce del sole (diverse dalle lesioni dovute all’osservazione del sole);

_ Condizioni atmosferiche di natura non estrema.

Categoria II, include i rischi diversi da quelli presenti nella precedente e successiva categoria.

Categoria III, comprende esclusivamente i rischi che possono creare conseguenze molto gravi quali morte o danni alla salute irreversibili con riguardo a quanto segue:

_ Sostanze e miscele pericolose per la salute;

_ Atmosfere con carenza di ossigeno;

_ Agenti biologici nocivi;

_ Radiazioni ionizzanti;

_ Ambienti ad alta temperatura aventi effetti comparabili a quelli di una temperatura dell’aria di almeno 100 °C;

_ Ambienti a bassa temperatura con effetti comparabili ad una temperatura dell’aria inferiore ai -50 °C o inferiore:

_ Cadute dall’alto;

_ Scosse elettriche e lavoro sotto tensione;

_ Annegamento;

_ Tagli da seghe a catena portatili;

_ Getti ad alta pressione;

_ Ferite da proiettile o da coltello;

_ Rumore nocivo.


- Norme armonizzate e presunzione di conformità dei DPI – modifiche all’articolo 2

- Requisiti essenziali di sicurezza – modifiche all’articolo 3

Messa a disposizione sul mercato, di DPI che rispettino le indicazioni circa le categorie di DPI e le procedure di certificazione.

- Procedure di valutazione della conformità – modifiche all’articolo 5

Il fabbricante deve eseguire, o far eseguire, la procedura di valutazione della conformità e redigere la documentazione tecnica, per tutti i DPI

- Organismi notificati – modifiche all’articolo 6

- Validità degli attestati di certificazione – modifiche all’articolo 7

- Marcatura CE – modifiche all’articolo 12

Apposizione della marcatura CE secondo quanto previsto dagli articoli 16 e 17 del regolamento europeo sui DPI

- Disposizioni per la documentazione tecnica – modifiche all’articolo 12/bis

Riferimenti alla documentazione tecnica relativa ai metodi di attestazione di conformità, nonché alle istruzioni e avvertenze dei DPI prodotti o commercializzati in Italia, redatte in lingua italiana, o anche in lingua italiana

- Vigilanza del mercato sui DPI – modifiche all’articolo 13

Le funzioni di vigilanza sono esercitate dal Ministero dello sviluppo economico e dal Ministero del lavoro, per le rispettive competenze. Detti Ministeri potranno avvalersi delle Camere di Commercio e dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, che avviseranno i Ministeri (ai fini dell’adozione dei provvedimenti di competenza) nel caso riscontrino che un DPI non rispetti i requisiti essenziali di sicurezza definiti nell’allegato II del regolamento

- Sanzioni e disposizioni penali – modifiche all’articolo 14

- Disposizioni di adeguamento – modifiche all’articolo 14/bis

- Oneri relativi alle procedure di valutazione della conformità dei DPI, di autorizzazione degli organismi di valutazione della conformità e per la vigilanza sul mercato – modifiche all’articolo 15

- Abrogazione degli articoli 4 – 8 – 9 – 10 – 11 e degli allegati I – II – III – IV – V - VI

L’articolo 2 del D.lgs. n. 17/2019 modifica alcune parti degli articoli 74 (definizioni) e 76 (requisiti dei DPI) del D.lgs. 81/2008. Non sono apportate modifiche agli articoli 75 (obbligo d’uso), 77 (obblighi del datore di lavoro), 78 (obblighi dei lavoratori), 79 (criteri per l’individuazione e l’uso).

Gli argomenti definiti dal nuovo regolamento e conseguentemente dalla nuova normativa nazionale vedono, quali destinatari, i soggetti identificabili come fabbricanti, mandatari, importatori, distributori di DPI.





A cura di: PI Marco ANTONIELLI


ALLEGATI
  Allegato 1: D.lgs. 17/2019
  Allegato 2: Regolamento Europeo sui DPI, n. 2016/425

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.